AGGIUNTA DELLA RIVOLUZIONARIA TERAPIA BIOLOGICA ENBREL E REAZIONI ALLERGICHE

Posted on

Quelli con forme non frequenti, meno distruttive della malattia o che si calmano dopo alcuni anni di attività possono essere gestiti con riposo e i farmaci anti-infiammatori.

Oltre alla terapia di fondo o DMARDs, altri farmaci frequentemente utilizzati per la cura dell’Artrite Reumatoide sono i cortisonici ed i farmaci antinfiammatori non steroidci (FANS, COXIBs ). Questi farmaci sono comunque considerati di prima scelta nei pazienti con disturbi gastrointestinali che necessitano di una terapia antinfiammatoria. Terapia di Fondo o DMARDs I DMARDs sono farmaci antireumatici che modificano l’evoluzione della malattia. La maggior parte dei pazienti nei quali si sono verificati tali effetti indesiderati erano in terapia con farmaci noti per essere associati a trombocitopenia. Il controllo della terapia  deve essere poi preciso, affidato a reumatologi di centri esperti nel trattamento con questi farmaci,  secondo scale di valutazione definite  per il  tipo di impegno. Sono farmaci molto efficaci e si è visto che quasi tutti i pazienti rispondono bene alla terapia. Si raccomanda un monitoraggio piu’ frequente all’inizio della terapia o quando il dosaggio viene modificato, o nei periodi di aumentato rischio di livelli elevati nel sangue (per es.disidratazione). Durante il trattamento dell’artrite reumatoide e dell’artrite psoriasica con Methotrexate l’assunzione di aspirina, FANS e/o steroidi a basso dosaggio potrebbe essere continuata. Nell’artrite reumatoide, l’età del paziente al momento della prima somministrazione di metotresssato e la durata della terapia, sono state riportate come fattori di rischio di epatotossicità.

Una ricerca americana ha scoperto che assumere il farmaco anticolesterolo è molto utile nella prevenzione delle malattie cardiache per chi soffre di spondilite anchilosante e artrite psoriasica

  • farmaci tradizionali, quali il methotrexate, la leflunomide e la sulfasalazina,
  • farmaci biologici diretti a bloccare il TNF alfa, molecola centrale dell’infiammazione.

Si raccomanda un monitoraggio più frequente all’inizio della terapia o quando il dosaggio viene modificato, o nei periodi di aumentato rischio di livelli elevati di Methotrexate nel sangue (per es.

Questi effetti sono dose-dipendenti e sono reversibili abbassando il dosaggio del farmaco. la malattia di Addison, l’insufficienza surrenale acuta) possono essere trattare con una terapia a basso dosaggio. Questi effetti sono in relazione al tipo di dosaggio piuttosto che alla durata della terapia,  e possono esserci nei primi giorni del trattamento. I fattori di rischio sono controversi: lo sviluppo della cataratta potrebbe essere in relazione all’età, al dosaggio, o alla suscettibilità personale. Il grado di soppressione della funzione surrenalica e il tempo necessario per il recupero sono in funzione innanzitutto della durata della terapia; il fattore dosaggio è meno importante. Di conseguenza, i pazienti che assumono glucocorticoidi per lunghi tempi devono necessariamente aumentare il dosaggio del farmaco nei periodi di stress (a meno che il dosaggio sia già molto alto). Tuttavia  è importante capire che, al fine di produrre effetti terapeutici equivalenti, il dosaggio per alcuni glucocorticoidi deve essere maggiore che per altri farmaci. Quando i glucocorticoidi vengono impiegati per tempi lunghi, il dosaggio deve essere ridotto fino al raggiungimento della minore quantità di farmaco effettivamente efficace. Questi dati vengono usati per determinare il dosaggio iniziale della terapia e per procedere all’aggiustamento della terapia durante il trattamento.

Il nuovo farmaco: una terapia per l’artrite reumatoide

  • Iniezioni. I farmaci chemioterapici possono essere iniettati con un ago, proprio come una normale iniezione

Per pazienti la cui malattia non determina una minaccia di vita, il dosaggio deve essere inizialmente basso e in seguito aumentato gradatamente, fino al raggiungimento della risposta terapeutica.

Durante il prolungamento della terapia, il dosaggio deve essere ridotto alla minima quantità realmente efficace. La più recente letteratura e l’esperienza del medico rappresentano alcuni dei fattori che possono influenzare la scelta del dosaggio e la durata della terapia. I farmaci biologici sono per lo più considerati farmaci modificatori della risposta biologica (MRB) e vengono solitamente usati in ultima battuta. Attualmente in Europa tutti i farmaci biologici per la psoriasi, ivi incluse le terapie anti-fattore di necrosi tumorale (anti-TNF) e Ustekinumab, sono raccomandati come terapia sistemica di seconda linea 2-4. Vediamo quali sono i sintomi di questa malattia, la diagnosi e l’approccio alla terapia con il farmaci biologici. Come si cura la malattia in stato avanzato Ai costosissimi farmaci biologici si ricorre invece quando l’artrite reumatoide non “risponde” più alle cure tradizionali. Dal momento che nessun farmaco è del tutto sicuro, il medico parlare con te sui possibili benefici di questi farmaci, così come i loro effetti collaterali. Inoltre, Humanitas partecipa a studi clinici per nuovi e moderni farmaci per il trattamento della malattia e al Gruppo internazionale per lo studio e la cura della malattia psoriasica. Questi farmaci, cosiddetti di fondo, sono in grado di agire sui meccanismi alla base della malattia modificandone l’andamento nel tempo.

Chi soffre della malattia autoimmune è in cura da pochi mesi con un farmaco biologico risponde meno bene alla profilassi influenzale che rimarebbe però da consigliare

  • artrite reumatoide,
  • spondiloartrite assiale (spondilite anchilosante e spondiloartrite assiale non-radiografica),
  • psoriasi a placche,
  • artrite psoriasica,
  • artrite idiopatica giovanile,
  • psoriasi pediatrica a placche.

La clorochina è un vecchio farmaco anti malarico che a partire dagli anni cinquanta venne sperimentato nella cura delle malattie reumatiche, in particolare dell’artrite reumatoide.

Perché nessun farmaco è del tutto sicuro, il vostro reumatologo sarà parlato di possibili benefici di questi farmaci, così come i loro effetti collaterali. Un caso cui rivolgere particolare attenzione riguarda un farmaco utilizzato per la cura dell’artrite reumatoide e psoriasica: l’Arava. Le prospettive sono comunque positive in quanto, anche se dovesse sospendere la terapia in atto, ci sono altri farmaci che possono essere utilizzati per la cura dell’artropatia psoriasica. I farmaci usati per l’artrite psoriasica sono: Terapia biologica I farmaci biologici rappresentano una nuova terapia per l’artrite psoriasica. In caso contrario, il medico raccomanda l’utilizzo di un farmaco biologico alternativo o cambia la terapia. La terapia manuale non può curare l’artrite psoriasica, ma i pazienti con problemi cronici possono ridurre la rigidità, aumentare la forza e migliorare la qualità della vita. Se il paziente normalmente tollera il Metotrexato, viene somministrato un determinato dosaggio e il farmaco viene assunto più volte alla settimana. Il farmaco deve essere assunto durante l’intero corso della terapia in tutte le fasi dello sviluppo della malattia con diverse forme di artrite reumatoide.

Il rimedio fitoterapico, della medicina tradizionale cinese, sarebbe efficace quanto un farmaco tradizionalmente usato per combattere la malattia

Alcuni dei farmaci abitualmente utilizzati per la terapia di fondo dell’artrite reumatoide e della psoriasi potrebbero avere un effetto protettivo nei confronti dell’insorgenza di diabete.

Questo studio ha valutato il rischio di nuovi casi di diabete mellito nei soggetti affetti da artrite reumatoide o psoriasi in terapia con differenti farmaci anti-reumatici (DMARDs). Dopo 6 mesi di trattamento con entrambi i farmaci, 205 pazienti sono stati randomizzati a ETN in monoterapia (n=98) oppure hanno continuato la terapia di combinazione (n=107). Recentemente, utilizzando la tecnologia del DNA ricombinante, è stata sviluppata una nuova classe di farmaci, chiamati modificatori della risposta biologica (MRB). I modificatori della risposta biologica prescritti per l’artrite psoriasica sono inibitori del TNF-α - inclusi infliximab, golimumab, etanercept e adalimumab, ustekinumab - somministrati mediante iniezione endovenosa. I migliori risultati nella gestione della SJS e della TEN si ottengono con una diagnosi precoce e l’immediata interruzione della terapia con qualsiasi farmaco sospetto. I farmaci ‘risparmiatori di steroide’ hanno proprio questo scopo: permettere la sospensione dello steroide oppure una riduzione di dosaggio a livelli non a rischio per gli effetti collaterali associati. C’è evidenza sperimentale che IL-1 sia implicata nella patogenesi delle uveiti e per questo motivo Anakinra è stato indicato come un farmaco potenzialmente efficace nella terapia delle malattie infiammatorie oculari. Sono passato al farmaco biologico HUMIRA + MTX 10 mg iniettabile.Risultato:VES a 4GPT 49.E non ho più male ai piedi! Se si dovesse presentare una ricaduta dopo l’interruzione della terapia, il farmaco può essere ripreso continuando con una somministrazione intermittente, se non esistono controindicazioni oculari.

AGGIUNTA DELLA RIVOLUZIONARIA TERAPIA BIOLOGICA ENBREL E REAZIONI ALLERGICHE

In caso di artrite reumatoide, il farmaco agisce per accumulo e sono necessarie alcune settimane perché si manifestino i primi effetti benefici, mentre lievi disturbi possono presentarsi relativamente presto.

Artrite reumatoide: Il farmaco agisce per accumulo e sono necessarie alcune settimane perché si manifestino i primi effetti benefici, mentre lievi disturbi possono presentarsi relativamente presto. Popolazione pediatrica Artrite reumatoide: il farmaco agisce per accumulo e sono necessarie alcune settimane perché si manifestino i primi effetti benefici, mentre lievi disturbi possono presentarsi relativamente presto. Nell’artrite reumatoide il ricorso al farmaco biologico comporta, nel 70% dei casi, una rapida riduzione del dolore e del gonfiore alle articolazioni. Pertanto, la terapia con i farmaci di questo tipo non va esclusa sulla sola base dell’età del paziente; nondimeno, essa deve essere gestita da un reumatologo. I farmaci biosimilari possono rappresentare un ulteriore passo avanti nel trattamento nell’adulto dell’artrite reumatoide da moderata a grave, dell’artrite psoriasica, della spondiloartrite assiale non radiografica e della psoriasi a placche? Non ci sono problemi sull’uso del farmaco in pazienti in terapia per osteoporosi. Un caso cui rivolgere particolare attenzione riguarda un farmaco utilizzato prr la cura dell’artrite reumatoide e psoriasica: l’Arava. Ad alcuni, soprattutto ai più giovani viene sempre più frequentemente assegnata la cura sperimentale col farmaco biologico, definita devastante da molti che l’hanno provata. Numerosi sono i farmaci che sono stati utilizzati per la terapia dell’Artrite Reumatoide. Vi è oggi unanime consenso sulla raccomandazione che tutti i pazienti con Artrite Reumatoide sono candidati alla terapia con i farmaci di fondo o DMARDs.