Febbre reumatica o malattia reumatica. (Parte 2)

Posted on

La febbre reumatica interessa soprattutto bambini e ragazzi tra i 5 e i 15 anni senza distinzione tra maschi e femmine.

La causa alla base della febbre reumatica è la risposta anomala del sistema immunitario a una faringotonsillite causata da Streptococco beta-emolitico di gruppo A. In caso di febbre reumatica con artrite può essere utile la somministrazione di salicilati (aspirina) o di farmaci antinfiammatori non steroidei. Quali sono i sintomi della febbre reumatica? La malattia reumatica (MR) è la prima forma riconosciuta e documentata di artrite reattiva. La febbre reumatica affligge con maggior frequenza i bambini e i ragazzi dai 5 ai 15 anni, ma può colpire anche i bambini più piccoli o gli adulti. La febbre reumatica può iniziare dopo un’infezione della gola dovuta a un batterio chiamato Streptococcus pyogenes, o streptococco del gruppo A. È opportuno portare il bambino dal pediatra quando manifesta i sintomi della faringotonsillite da streptococco, perchè è possibile prevenire la febbre reumatica curando con attenzione la faringotonsillite da streptococco. Non c’è attualmente alcuna cura specifica per la febbre reumatica, ma è possibile adottare alcune importanti misure per dare sollievo al paziente e ridurre il rischio di complicazioni. Per chi durante la febbre reumatica è stato colpito da infiammazione cardiaca, può essere consigliabile continuare la terapia preventiva per un periodo più lungo o addirittura per tutta la vita.

Quali sono i sintomi della febbre reumatica?

  • febbre;
  • artralgie;
  • MR pregressa;
  • allungamento del tratto P-R;
  • indici di flogosi.

Sebbene l’infezione streptococcica sia una causa molto comune di tonsillite (infezione della gola) solo in una minima percentuale di bambini predisposti si sviluppa una febbre reumatica.

La febbre reumatica non è una malattia ereditaria, poiché non può essere trasmessa direttamente dai genitori ai bambini. La prevenzione della febbre reumatica fa affidamento su una diagnosi immediata e sul trattamento antibiotico (l’antibiotico raccomandato è la penicillina) dell’infezione streptococcica della gola nei bambini. La febbre reumatica di solito presenta una combinazione di sintomi che può essere unica in ogni paziente. Dopodiché il bambino può presentare febbre e i segni della malattia descritti di seguito. La cardite può essere il risultato del primo attacco della febbre reumatica, ma di solito è una conseguenza di episodi ripetuti. La febbre reumatica è una malattia dei bambini in età scolare e dei giovani al di sotto dei 25 anni. L’artrite idiopatica giovanile è un’altra malattia che assomiglia alla febbre reumatica, ma la durata dell’artrite è superiore alle 6 settimane. Soffi innocenti (soffi al cuore senza malattia cardiaca), malattie cardiache congenite o altre malattie cardiache acquisite possono essere confuse con la febbre reumatica. I sintomi della febbre reumatica sono trattati con farmaci antinfiammatori non steroidei.

Malattia reumatica o reumatismo articolare acuto o febbre reumatica

  • Alleviare i sintomi e ridurre il rischio di danni permanenti
  • Eliminare completamente dall’organismo lo streptococco
  • Proteggere da future infezioni batteriche

In futuro, questo approccio potrebbe rappresentare una prevenzione efficace della febbre reumatica.

In seguito alla diagnosi, si raccomanda la protezione a lungo termine con antibiotici per evitare la ricomparsa della febbre reumatica acuta. Durante questo periodo, si raccomanda il regolare trattamento con antibiotici per la prevenzione di nuove infezioni da streptococco a tutti i pazienti che hanno avuto febbre reumatica, indipendentemente dalla gravità. Tuttavia, persiste il rischio di attacchi ricorrenti di febbre reumatica acuta e l’interessamento cardiaco può causare sintomi per tutta la vita. Con cure adeguate e check-up regolari, la maggior parte dei bambini con febbre reumatica conduce una vita normale. Le sequele non-infettive (o non-suppurative) delle infezioni da Streptococchi di gruppo A più note sono la febbre reumatica (o malattia reumatica in senso stretto) e la glomerulonefrite poststreptococcica. La Febbre Reumatica (o Reumatismo Articolare Acuto) I criteri di Jones furono introdotti nel 1944 come set di linee-guida per la diagnosi della Febbre Reumatica e della Cardite Reumatica. Conseguentemente le manifestazioni tardive della Febbre Reumatica furono esentate dall’obbligo di dimostrazione dell’eziologia streptococcica. Tutt’oggi l’esame clinico rimane la base della diagnosi di Febbre Reumatica e di cardite, in quanto il ruolo dell’ecocardiografia dovrebbe essere considerato come ausiliario. Per i pazienti che soddisfano i criteri di Jones, la diagnosi dovrebbe essere quella di Febbre Reumatica acuta.

Febbre reumatica (o Artrite reattiva)

  • cardite;
  • poliatrtite migrante;
  • eritema marginato;
  • noduli sottocutanei;
  • corea di sydhenam.

E’ una manifestazione in genere tardiva della Febbre Reumatica, potendo insorgere da 1 a 6 mesi dopo l’angina streptococcica.

Wilson (1962) tra le manifestazioni maggiori e minori associate alla cardite della Febbre Reumatica erano annoverate, oltre a poliartrite, chorea di Sydenham, noduli sottocutanei, eritema multiforme (marginato? autunno, dopo il picco di incidenza della febbre reumatica in I criteri di Jones modificati sono stati progettati per la valutazione della febbre reumatica acuta piuttosto che per un’eventuale recidiva. Solo il 35% dei bambini con febbre reumatica acuta presenta un allungamento dell’intervallo PR; può verificarsi un blocco cardiaco di grado più alto, ma è raro. Le RX torace non sono eseguite di routine, ma possono rilevare una cardiomegalia, presentazione frequente della cardite nella febbre reumatica acuta. Ci sono sintomi clinici che possono essere notati dai genitori all’inizio della malattia quali febbre, affaticamento, perdita di appetito, pallore, dolori addominali. Sì, i sintomi cutanei sono tra i più importanti della malattia reumatica, tanto è vero che vengono considerati sintomi « maggiori », assieme alla cardite, poliartrite, corea. Una volta che l’episodio acuto della malattia reumatica si è risolto, è possibile avere delle recidive, cioè si possono manifestare altri episodi di febbre reumatica? Figura: la febbre reumatica colpisce maggiormente i bambini e insorge dopo una faringite da streptococco. Il batterio coinvolto nell’insorgenza della febbre reumatica è lo streptococco del gruppo A (Streptococcus Pyogenes), che causa faringite (mal di gola) o scarlattina. Un tempo, si riteneva che la febbre reumatica fosse provocata esclusivamente dallo streptococco del gruppo A della faringite o della scarlattina. I fattori di rischio noti, con un ruolo nel malfunzionamento del sistema immunitario, sono: I sintomi e i segni che caratterizzano la febbre reumatica sono numerosi. Un elenco dei principali sintomi è il seguente: L’artrite è, probabilmente, il sintomo più comune della febbre reumatica: infatti, il dolore e il gonfiore articolari colpiscono tre persone su quattro. I problemi cardiaci, dovuti all’infiammazione del miocardio (il muscolo del cuore), sono forse il sintomo più importante della febbre reumatica. I criteri maggiori I principali criteri minori Non esiste una cura specifica per la febbre reumatica; bisogna attendere che questa guarisca spontaneamente. L’infiammazione identificata come febbre reumatica oltre ad essere dovuta all’infezione streptococcica è favorita anche da una certa sensibilizzazione da parte di alcuni soggetti. La febbre reumatica, detta anche malattia o reumatismo articolare acuto, può colpire indiscriminatamente uomini e donne, di qualunque fascia di età.